ESSERE O NON ESSERE

Essere e sembrare si traduce in “carattere etico” e “etica della personalità”, e tra poco vi spiego le differenze e soprattutto le CONSEGUENZE!

Per quanto riguarda i libri di crescita personale, psicologia ed autoaiuto che hanno fatto la storia si nota un cambiamento sottile ma importantissimo dalla prima guerra mondiale in poi.

Fino a prima della guerra l’unica via per il successo era il “CARATTERE ETICO”, ovvero principi di integrità, umiltà, fedeltà, temperanza, coraggio, giustizia, pazienza, laboriosità, semplicità, modestia. In poche parole per avere successo bisognava assolutamente integrare questi principi al proprio carattere per essere veri e competenti.

Dopo la guerra invece “L’ETICA DELLA PERSONALITA'” ha preso il soprvvento, il successo dava la sensazione semplicemente di immagine pubblica, tecniche e rimedi sbrigativi.

andiamo un pò più a fondo:

  • ESSERE = CARATTERE ETICO : si compiono determinati comportamenti o azioni perchè fa parte di noi, perchè siamo di carattere etico, sincero e trasparente.
  • SEMBRARE = ETICA DELLA PERSONALITA : servirsi di tecniche per arrivare a piacere al prossimo, a fingere interesse per i passatempi degli altri per ottenere da loro quanto desiderato ed si  usa il potere dell’immagine pubblica.

La MORALE è che piu cerchiamo di “essere”, più siamo sinceri con le persone piu avremo un successo duraturo e consolidato nel tempo, perchè siamo veri e le persone ci ammirano per questo.

Invece “sembrare” può darci una piccola sensazione iniziale di successo,per poi crollarci tutto addosso le persone scoprono chi siamo davvero e qual è il nostro obbiettivo.

L’etica della personalità è sinonimo di cerotti, aspirina, rimedi temporanei che a volte sembrano risolvere le situazioni ma che non vanno neppure ad intaccare i problemi di fondo che abbiamo,

per questo motivo dobbiamo fare un cambiamento vero e non fingere di essere diversi.

ora sta a voi…..ESSERE o NON ESSERE?

ESSERE O NON ESSERE

ESSERE O NON ESSERE